Salta al contenuto

Il paese più stupido del mondo

Non aspettatevi un libro sul gossip, ma un piccolo scrigno colmo di tanti stereotipi; tutti quanti su un obbiettivo comune, formulati nel corso degli anni dagli italiani: i giapponesi ed il loro mondo.

Giunta affronta il discorso in quanto vissuto in prima persona, non come nipponico trapiantato in Italia, ma viceversa, per motivi lavorativi vissuti nell’aprile-maggio 2009.

Egli destreggia un pungente sarcasmo che un lettore più attento classificherà, non a torto, come scaltra ironia piemontese. Questa satira sui clichés italiani, e non solo, ci mostra quanto la società asiatica, ma in particolar modo quella giapponese, sia diversa dalla nostra. Un mondo nel quale al primo posto vige il rispetto nei confronti del prossimo, in maniera quasi compulsiva.

Lo scrittore ci fa capire che molti libri sull’argomento, si basano su cose viste solo per poco (massimo due settimane non di più), e che molte persone, per tale ragione, non si pongono domande e non sono invogliati a scoprire il folklore e le abitudini locali.

Giunta, grazie al suo racconto autobiografico, (costellato di divertenti aneddoti su come provasse ad interagire ed imparare, con scarsi risultati, il giapponese), ci mostra un mondo di eterni fanciulli, sempre intenti a comprare oggetti apparentemente molto inutili. Una società di eterni Peter Pan.

Claudio Giunta: ‘Sì, insomma: il processo di civilizzazione uccide la natura.’

Una cosa, a mio parere, molto triste credo sia il fatto che, sotto quella maschera di gentilezza, molti nascondano un dolore molto profondo. Ci sono due alternative per provare a lenire i propri dispiaceri: affogarli nell’alcohol, quindi ubriacandosi, oppure diventare dei senzatetto. Nei casi peggiori c’è il suicidio. Un libro molto bello, che fa riflettere. Adatto specialmente agli appassionati di anime e manga, ottimo spunto per pensare e vedere con altri occhi, una nazione delle più antiche d’Asia.

Claudio Giunta: ‘Il paese più stupido del modo?’

Dario Ponissi: “come? Beh, no… quel posto è già preso, giusto? Cioè, potremmo anche metterla così se vuoi…il secondo paese più stupido del mondo. Due tipi opposti di stupidità. Sì, può anche darsi…”

Claudio Giunta: nato a Torino nel 1971, insegna la Letteratura italiana nell’Università di Trento, è uno specialista di letteratura medievale. Ha avuto l’occasione di visitare diverse università nel mondo in quanto visiting professor. Collabora regolarmente al Sole 24 ore.

Published inDIRITTI UMANITARIRECENSIONI

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *